Like your Home, Una rete di ospitalità extralberghiere gestite da persone con disabilità

“Like your Home” (Come a casa tua) è una rete di ospitalità extralberghiere gestita da persone con disabilità o con esigenze specifiche. L’iniziativa mira a creare opportunità di lavoro per le persone con disabilità, promuovere l’accessibilità nel settore extralberghiero, predisporre servizi sociali/turistici dedicati che migliorino il soggiorno delle persone con disabilità e di chi le accompagna.
Like your home
Il logo del progetto “Like your Home” consiste nel disegno di una casa stilizzata al cui interno vi sono le sagome di diverse persone, una in sedia a rotelle, una anziana, una incinta, una col cane.

Like your Home” (Come a casa tua) è una rete di ospitalità extralberghiere gestita da persone con disabilità (fisiche, intellettive, sensoriali) o con esigenze specifiche (persone con celiachia, allergie, persone anziane). “Like your Home” è solo uno dei progetti promossi da Cetty Ummarino, un’operatrice che si occupa di progettazione turistica e start-up creative. Altri progetti promossi da Ummarino sono “HostAbility School/University”, che riguarda l’ospitalità degli studenti e delle studentesse delle diverse scuole e università italiane, e DestinAzione Turistica Inclusiva, un’iniziativa dedicata ai territori per il soggiorno di persone con disabilità o con esigenze specifiche.

L’approccio che informa queste progettualità mira a creare opportunità di lavoro per le persone con disabilità, promuovere l’accessibilità nel settore extralberghiero, predisporre servizi sociali/turistici dedicati che migliorino il soggiorno delle persone con disabilità e di chi le accompagna.

In particolare “Like your Home” promuove l’autoimprenditorialità delle persone con disabilità, offrendo una formazione professionale che consente loro di divenire gestrici di servizi turistici, privilegiando le modalità ricettive del bed and breakfast (B&B), o l’uso di stanze e appartamenti, che oltre ad offrire i consueti servizi (ad esempio, nel caso del B&B, la possibilità di dormire e di fare, al mattino, la prima colazione), mettono a disposizione l’accessibilità già predisposta per le persone con disabilità che abitano in quegli ambienti, nonché  gli ausili (ad esempio, sollevatori per persone con disabilità motoria, sveglie per sordi, ecc.), e le competenze delle persone con disabilità o con esigenze specifiche.

Attraverso la rete “Like your Home” ogni turista può trovare un gestore con la stessa disabilità o esigenza specifica ed usufruire di un ambiente accessibile, accessoriato e adeguato alle proprie esigenze.

Il progetto “HostAbility School/University” propone gli stessi elementi del “Like your Home” – dunque promozione dell’occupazione e formazione professionale delle persone con disabilità o con esigenze specifiche attraverso la gestione di ospitalità extralberghiera –, ma è rivolto allo specifico target delle studentesse e degli studenti, diplomati/e e laureati/e delle scuole e delle università italiane.

Questa iniziativa mira a favorire l’occupazione degli studenti e dei laureati con disabilità, che, attraverso la gestione delle ospitalità extralberghiere, possono rispondere alle esigenze abitative deli studenti universitari fuori sede, all’accoglienza di studenti dell’Erasmus, all’ospitalità di docenti che studiano o lavorano nella sede dell’università, ad agevolare il soggiorno degli/delle studenti con disabilità che troveranno ambienti accessibili e adeguati alle loro esigenze, ecc.

Anche il progetto DestinAzione Turistica Inclusiva è ispirato alla medesima filosofia, e si propone lo sviluppo delle aree interne promuovendo l’offerta turistica in territori poco conosciuti.

Tutti questi progetti sono stati registrati e possono agevolmente essere replicati in altri territori. Essi hanno ottenuto numerosi premi e riconoscimenti come il Premio Cultura Turismo Unesco, nel corso del Salone Mondiale Città e Siti (patrimonio Unesco) nel 2016 a Padova, il Premio Speciale dell’Associazione Italiana Turismo Responsabile a Siena nel 2017, e il Premio Inclusione 3.0 dell’Università di Macerata nel 2018.

Oltre ai progetti nel loro complesso alcuni riconoscimenti sono conseguiti anche dai singoli gestori. Ad esempio, il Bed & Breakfast Miranà di Napoli, gestito da Simone Mellino, un uomo con disabilità, insieme a sua mamma Angela, ha ottenuto da Booking.com il punteggio 8,2 su 10 al Guest Review Awards (un premio conseguito grazie alle recensioni degli ospiti) negli anni 2017 e 2018. (informareunh.it)

Una-tantum
Mensile
Annuale

Fai una donazione una tantum

Fai una donazione mensilmente

Fai una donazione annualmente

Scegli un importo

€5,00
€15,00
€100,00
€5,00
€15,00
€100,00
€5,00
€15,00
€100,00

In alternativa inserisci un importo personalizzato


Apprezziamo il tuo contributo.

Apprezziamo il tuo contributo.

Apprezziamo il tuo contributo.

Fai una donazioneDona mensilmenteDona annualmente

Redazione

Writer & Blogger

Sponsor

Libro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *