In-Visible, L’accessibilità alle arti visive per persone con disabilità visiva 

In-VisIBLe: Promuovere l’Inclusione delle Persone con Disabilità Visiva nell’Istruzione Superiore

Nei prossimi giorni, si terrà l’evento finale del progetto In-VisIBLe (Inclusive and Innovative Learning Tool for Visually Impaired and Blind People, letteralmente “Strumento di apprendimento inclusivo e innovativo per persone con disabilità visiva“), un’iniziativa co-finanziata dal programma europeo Erasmus + e coordinata dall’Università di Bologna. L’evento si articolerà in due parti, con sessioni programmate rispettivamente a Ravenna e a Bologna.

Ma di cosa si tratta esattamente? I coordinatori del progetto spiegano il significato e l’importanza dell’In-VisIBLe, illustrando come il tema dell’accessibilità si sia evoluto negli anni recenti. Negli ultimi decenni, l’accessibilità è diventata il motore di una profonda rivoluzione che ha modificato radicalmente la società. Questo cambiamento ha portato a un nuovo paradigma nella concezione dell’essere umano e dei rapporti interpersonali, toccando discipline e ambiti diversi. Proprio per questi motivi, l’accessibilità è al centro di una delle aree di azione della Strategia Europea per i diritti delle persone con disabilità 2021-2030.

La cultura è uno dei contesti in cui l’accessibilità gioca un ruolo cruciale, in quanto è fondamentale per la crescita personale e sociale. Nonostante ciò, il livello di istruzione superiore delle persone con disabilità è ancora significativamente inferiore rispetto a quello delle persone senza disabilità. Ad oggi, le persone con disabilità rappresentano in media solo poco più dell’1% degli studenti immatricolati nei corsi universitari, una percentuale che scende ulteriormente per i Master di Primo e Secondo livello e i Dottorati di Ricerca. La recente pandemia ha reso ancora più evidente quanto l’accesso all’istruzione sia essenziale per promuovere pari opportunità e non lasciare indietro le persone con disabilità e in situazioni di disagio sociale.

Per rispondere a questa crescente esigenza di inclusione, il progetto In-VisIBLe mira a promuovere l’accesso delle persone con bisogni speciali ai contenuti dei corsi universitari e di istruzione superiore, utilizzando strumenti innovativi nei moduli didattici. Il progetto si è focalizzato in particolare sulla disabilità visiva, con l’obiettivo di supportare gli oltre 30 milioni di persone cieche o ipovedenti presenti in Europa nell’accesso all’istruzione e alla fruizione culturale, soprattutto nelle arti visive, un ambito che sembra escluderli senza rimedio.Una vera didattica inclusiva non dovrebbe essere incentrata esclusivamente sull’insegnamento agli studenti con disabilità visiva tramite docenti dedicati o corsi speciali.

Al contrario, l’educazione superiore dovrebbe diventare la “scuola di tutti”, offrendo pari opportunità di apprendimento a tutti gli studenti. Per aiutare gli studenti con disabilità visiva a comprendere e apprezzare le arti visive, in particolare quelle plastiche e architettoniche, possono essere impiegati vari strumenti ormai a disposizione di tutti, come modelli e tavole tattili, moduli di intelligenza artificiale che riconoscono gli oggetti nello spazio e traducono le immagini in descrizioni sonore, e moduli text-to-speech. Tuttavia, tali strumenti sono raramente utilizzati in maniera sistematica e sinergica.

L’Università di Bologna si è proposta di introdurre per la prima volta questi strumenti nei corsi universitari di Primo e Secondo Livello, creando moduli inclusivi e innovativi e dei MOOC (Massive Open Online Courses) di Storia dell’Architettura.

Per raggiungere questi obiettivi, è stata prodotta una serie di strumenti educativi originali, tra cui modelli virtuali 3D di architetture, tavole e modelli tattili di elementi architettonici e edifici, un sistema di intelligenza artificiale in grado di riconoscere e descrivere le architetture, e una piattaforma educativa interattiva su cui saranno accessibili a tutti i prodotti e gli strumenti del progetto. Inoltre, sono state sviluppate linee guida per la realizzazione e la stampa di modelli architettonici 3D accessibili ai non vedenti e linee guida per rendere l’architettura e le arti visive accessibili ai non vedenti.

Logo In-VisIBLe

L’evento finale di In-VisIBLe sarà diviso in due parti. La prima parte si terrà a Ravenna, il 25 giugno, presso la Biblioteca Classense, dalle 10 alle 17.15, con un workshop intitolato “Design, Education and Accessibility. Pratiche ed esperienze a confronto“. Durante questo workshop, verranno presentati progetti di varie Istituzioni, Enti e Associazioni per promuovere l’accessibilità alla fruizione dei beni culturali da parte delle persone con disabilità o in situazioni di svantaggio, creando un momento di scambio e confronto tra diverse politiche e approcci.

La seconda parte dell’evento si svolgerà il 26 giugno a Bologna, nella Sala dei Carracci di Palazzo Magnani, a partire dalle 9.30, con una conferenza internazionale intitolata “Design, Education and Accessibility. New Challenges in Innovation and Inclusion”. In questa occasione, verranno presentati i risultati del progetto In-VisIBLe, confrontandoli con altri progetti nazionali e internazionali di Università, Musei e Istituzioni, incentrati sull’innovazione e l’inclusione.

La conferenza tratterà temi quali le politiche, gli strumenti e il sostegno alla fruizione di contenuti culturali da parte delle persone con disabilità, nonché l’uso delle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (ICT) e delle nuove tecnologie per favorire l’inclusione nell’istruzione superiore e nei musei accessibili per le persone con bisogni speciali.In sintesi, il progetto In-VisIBLe rappresenta un passo importante verso una maggiore inclusione delle persone con disabilità visiva nel contesto dell’istruzione superiore e della fruizione culturale.

Attraverso l’uso di strumenti innovativi e l’implementazione di moduli didattici inclusivi, In-VisIBLe mira a creare un ambiente di apprendimento che offra pari opportunità a tutti gli studenti, indipendentemente dalle loro capacità visive. L’evento finale del progetto non solo metterà in luce i risultati raggiunti, ma favorirà anche un dialogo costruttivo tra diverse realtà impegnate nella promozione dell’accessibilità e dell’inclusione, contribuendo a costruire una società più equa e inclusiva per tutti.

questo link è disponibile il programma completo degli incontri del 25 e 26 giugno a Ravenna e Bologna. Per ogni ulteriore informazione: Valeria Friso (valeria.friso@unibo.it); Micaela Antonucci (micaela.antonucci@unibo.it).

Una-tantum
Mensile
Annuale

Fai una donazione una tantum

Fai una donazione mensilmente

Fai una donazione annualmente

Scegli un importo

€5,00
€15,00
€100,00
€5,00
€15,00
€100,00
€5,00
€15,00
€100,00

In alternativa inserisci un importo personalizzato


Apprezziamo il tuo contributo.

Apprezziamo il tuo contributo.

Apprezziamo il tuo contributo.

Fai una donazioneDona mensilmenteDona annualmente

Redazione

Writer & Blogger

Sponsor

Libro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *