Alex Zanardi dimesso: torna a casa, ad agosto l’incendio nella sua villa

Sono passati 76 giorni dall’incendio che aveva danneggiato l’impianto che alimentava i macchinari di Zanardi, ex pilota e campione paraolimpico. Il primario Bertagnoni: “Il paziente è stato stabilizzato”

Alex Zanardi è stato dimesso oggi dall’ospedale San Bortolo di Vicenza e ha fatto ritorno a casa a Noventa Padovana. Oltre due anni fa era rimasto vittima di un terribile incidente in handbike contro un camion, il 19 giugno 2020 sulle colline senesi. Oggi, dopo 76 giorni di ricovero all’ospedale berico, il campione è tornato a casa. Il ricovero era avvenuto il 3 agosto scorso subito dopo l’incendio alla sua villa di via De Gasperi in quanto era concreto il rischio che le fiamme e il fumo avessero danneggiato i macchinari utilizzati dal campione per restare in vita. Il rogo era stato provocato da un surriscaldamento dell’impianto fotovoltaico.

Il 19 giugno del 2020 il terribile incidente in handbike contro un camion sulle colline senesi

Zanardi è tornato di nuovo tra le mura di casa. Sono passati 76 giorni dall’incendio che aveva danneggiato l’impianto che alimentava i macchinari dell’ex pilota e campione paraolimpico. Oltre due mesi durante i quali all’ospedale San Bartolo di Vicenza “il paziente è stato stabilizzato”, come ha spiegato al Giornale di Vicenza il primario del reparto di riabilitazione Giannettore Bertagnoni. “Il nostro principale obiettivo – ha aggiunto ancora Bertagnoni – è stato di stabilizzare le condizioni cliniche generali di Zanardi. Ma, contestualmente, abbiamo proseguito il programma riabilitativo seguito durante il primo periodo di degenza”.

Zanardi

Terapie neurologiche e fisiche per proseguire la lunga riabilitazione dopo il terribile incidente in una curva tra Pienza e San Quirico d’Orcia, sulle colline della provincia di Siena. Il campione paraolimpico, 4 medaglie d’oro ai Giochi, già in passato aveva ricevuto le cure dell’ospedale San Bartolo, che resterà anche per il futuro “il suo punto di riferimento medico”, ha ribadito Bertagnoni. Poi però era potuto tornare nella sua casa di Noventa Padovana, grazie ai macchinari collegati a un impianto fotovoltaico che gli consentivano di proseguire la riabilitazione tra le mura domestiche

l rogo divampato lo scorso 2 agosto però aveva costretto la famiglia a riportare Zanardi a Vicenza, almeno fino ad oggi. Le fiamme infatti avevano danneggiato l’impianto. Ora, dopo altri 76 giorni di lontananza, Zanardi torna per la seconda volta a casa.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright 2022 di Giovanni Cupidi | Creato da Igor Damilano