Oltre 1 persona su 3 è affetta da patologie neurologiche, la principale causa di malattia e disabilità in tutto il mondo

Nel 2021 erano più di 3 miliardi in tutto il mondo. Questi i dati del nuovo studio pubblicato su The Lancet Neurology. “Un invito ad aumentare gli interventi per  consentire al crescente numero di persone che vivono con condizioni neurologiche, di accedere a cure,  trattamenti e  riabilitazione di qualità di cui hanno bisogno” ha affermato Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’Oms

Nel 2021 erano più di 3 miliardi in tutto il mondo le persone con una patologia neurologica, la principale causa di cattiva salute e disabilità. Oltre l’80% dei decessi neurologici e delle perdite di salute si è verificata nei paesi a basso e medio reddito con un elevata disomogeneità nell’accesso alle cure: quelli ad alto reddito hanno fino a 70 volte più specialisti neurologi per 100mila persone rispetto ai paesi a basso e medio reddito.E così, la quantità complessiva di disabilità, malattie e morte prematura (calcolata in anni di vita aggiustati per disabilità, DALY) causate da condizioni neurologiche è aumentata del 18% dal 1990.

È quanto emerge da un nuovo studio pubblicato da The Lancet Neurology che ha visto il contributo dell’Organizzazione Mondiale della Sanità nell’analisi dei dati del Global Burden of Disease, Injuries, and Risk Factor Study (GBD) 2021.Lo studio ha stimato la perdita di salute del sistema nervoso causata da 37 condizioni neurologiche e i fattori di rischio associati, a livello globale, regionale e nazionale dal 1990 al 2021.

“Le condizioni neurologiche causano grandi sofferenze agli individui e alle famiglie che colpiscono e derubano le comunità e le economie del capitale umano – ha affermato il dottor Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’Oms – questo studio dovrebbe servire come un invito urgente all’azione per aumentare gli interventi mirati a consentire, al crescente numero di persone che vivono con condizioni neurologiche, di accedere alle cure, ai trattamenti e alla riabilitazione di qualità di cui hanno bisogno. È importante più che mai garantire che la salute del cervello sia meglio compresa, valorizzata e protetta, dalla prima infanzia alla fine della vita”.

Le prime dieci condizioni neurologiche che hanno contribuito alla perdita di salute nel 2021 sono state ictus, encefalopatia neonatale (lesioni cerebrali), emicrania, demenza, neuropatia diabetica (danni ai nervi), meningite, epilessia, complicanze neurologiche da parto pretermine, disturbo dello spettro autistico e tumori del sistema nervoso.Nel complesso, le condizioni neurologiche causano più disabilità e perdita di salute negli uomini rispetto alle donne, ma ci sono alcune patologie come l’emicrania o la demenza in cui le donne sono colpite in modo sproporzionato.

Dal 1990, il numero assoluto di individui che vivono o muoiono a causa di condizioni neurologiche è aumentato, mentre i tassi di DALY standardizzati per età sono diminuiti. Ciò significa, spiega una nota, che l’aumento dei numeri assoluti è dovuto principalmente al cambiamento demografico e all’allungamento della vita delle persone.

La neuropatia diabetica è stata la condizione neurologica in più rapida crescita. Il numero di persone con neuropatia diabetica è più che triplicato a livello globale dal 1990, salendo a 206 milioni di casi nel 2021. Questo aumento è in linea con l’aumento mondiale del diabete. Altre condizioni come le complicanze neurologiche da COVID-19 (ad esempio, il deterioramento cognitivo e la sindrome di Guillain-Barré) in precedenza non esistevano e ora rappresentano oltre 23 milioni di casi.

Allo stesso tempo, il carico neurologico e la perdita di salute dovuti ad altre condizioni sono diminuiti del 25% o più dal 1990 grazie ad un miglioramento della prevenzione (compresi i vaccini), dell’assistenza e della ricerca: tetano, rabbia, meningite, difetti del tubo neurale, ictus, neurocisticercosi (infezione parassitaria che colpisce il sistema nervoso centrale), encefalite (infiammazione del cervello) ed encefalopatia neonatale (lesioni cerebrali).

Lo studio ha anche esaminato 20 fattori di rischio modificabili per condizioni neurologiche potenzialmente prevenibili come ictus, demenza e disabilità intellettiva idiopatica. L’eliminazione dei principali fattori di rischio, soprattutto ipertensione arteriosa sistolica e inquinamento atmosferico, ambientale e domestico, potrebbe prevenire fino all’84% dei DALY per ictus. Allo stesso modo, prevenire l’esposizione al piombo potrebbe ridurre il carico della disabilità intellettiva idiopatica del 63,1% e ridurre i livelli elevati di glucosio plasmatico a digiuno potrebbe ridurre il carico della demenza del 14,6%. Il fumo ha contribuito in modo significativo al rischio di ictus, demenza e sclerosi multipla.

Patologie neurologiche

Sono necessari maggiori investimenti per migliorare le cure, l’assistenza e la qualità della vita. In occasione dell’Assemblea mondiale della sanità del 2022, gli Stati membri hanno adottato il piano d’azione globale intersettoriale sull’epilessia e altri disturbi neurologici 2022-2031 (IGAP) con l’ambizioso obiettivo di affrontare l’abbandono di lunga data dei disturbi neurologici.

“Il Piano d’azione globale intersettoriale 2022-2031 stabilisce una tabella di marcia per i paesi per migliorare la prevenzione, l’identificazione precoce, il trattamento e la riabilitazione dei disturbi neurologici. Per raggiungere l’equità e l’accesso a cure di qualità, dobbiamo anche investire in più ricerca sui rischi per la salute del cervello, un migliore supporto per il personale sanitario e servizi adeguati”, ha affermato Dévora Kestel, direttore del Dipartimento di salute mentale e uso di sostanze dell’Oms.

L’IGAP stabilisce inoltre obiettivi e traguardi strategici per: migliorare l’accesso alle cure, all’assistenza e al sostegno per le persone affette da disturbi neurologici; attuare strategie per la promozione della salute del cervello e la prevenzione delle malattie; rafforzare la ricerca e i dati; e sottolineare un approccio di salute pubblica all’epilessia e ad altri disturbi neurologici. (quotidianosanita.it)

Una-tantum
Mensile
Annuale

Make a one-time donation

Make a monthly donation

Make a yearly donation

Choose an amount

€5,00
€15,00
€100,00
€5,00
€15,00
€100,00
€5,00
€15,00
€100,00

Or enter a custom amount


Your contribution is appreciated.

Your contribution is appreciated.

Your contribution is appreciated.

DonateDonate monthlyDonate yearly

Redazione

Writer & Blogger

Sponsor